Cheap art supplies challenge: acquerelli Jolly

con Nessun commento

 

Una nuova confezione di acquerelli ha fatto il suo ingresso nel mio studio. Non potevo proprio resistere 😉

Sembra ieri che parlavo dei miei acquerelli Schmincke appena comprati e degli altri di diverse marche. Col tempo si sono aggiunti nuovi colori (vedi la tavolozza aggiornata nell’area riservata del workshop gratuito) e nuove marche, di cui parlerò prossimamente.

Oggi voglio parlare di una marca di acquerelli economici che ho acquistato in vacanza, e con cui mi trovo bene: gli acquerelli Jolly della marca austriaca Brevillier. Se li cerchi su Google non li trovi, a meno che non fai la ricerca in tedesco! In Alto Adige si trovano in varie cartolerie.

Si tratta di acquerelli per studenti. La confezione di metallo da 12 acquerelli è costata tanto quanto mi è costato il ceruleo della Sennelier, quindi… 😉

 

Acquerelli Jolly: La confezione è di metallo e comprende 12 acquerelli, due pennelli e la tempera bianca per i punti luce. La tempera non l'ho ancora provata, invece gli acquerelli li ho provati il giorno stesso in cui li ho acquistati

 

La confezione di metallo degli acquerelli Jolly comprende 12 colori, due pennelli e la tempera bianca per i punti luce. La tempera non l’ho ancora provata, invece gli acquerelli li ho provati il giorno stesso in cui li ho acquistati e devo dire che svolgono il loro lavoro egregiamente.

 

Acquerelli Jolly manga - Li ho utilizzati per colorare il disegno di Kain che ho realizzato qualche tempo fa, quello che ho inchiostrato con il Pentel Pocket Brush. E anche in quest'occasione ho girato un video

 

Ho utilizzato gli acquerelli Jolly anche per colorare il disegno di Kain che ho realizzato qualche tempo fa, quello che ho inchiostrato con il Pentel Pocket Brush. E anche in quest’occasione ho girato un video.

 

Ma perché ho intitolato il post Cheap art supplies challenge?

Dunque, su You Tube mi è capitato di vedere dei video intitolati proprio così, dove gli artisti provano i materiali economici per disegnare o colorare le loro illustrazioni. Ed essendo loro bravi artisti… non hanno alcun tipo di difficoltà!!

L’idea della sfida mi è piaciuta e ho voluto dare il mio contributo girando questo video insieme a Dario, il quale mi ha aiutata a descrivere gli acquerelli e con il quale ho avuto una piacevole conversazione su torte, vacanze e quant’altro. Molto molto interessante, quindi! XD

 

 

Vincendo l’iniziale ritrosia, ho pensato che fosse una buona idea iniziare a far sentire la mia voce nei video. Ho pensato che alle mie amiche e alle persone che mi seguono faccia piacere sentirmi conversare mentre disegno o mentre illustro le caratteristiche dei materiali che uso.

Personalmente riesco a seguire di più un video in cui la persona parla, piuttosto che un video solo con la musica… però non ho un microfono, e ho scoperto che non esistono microfoni per registrare video con i cellulari.
Che fregatura.
Vendono cellulari avanzati con la possibilità di fare video in HD con una resa migliore rispetto ai video girati con la mia “vecchia” fotocamera… e poi salta fuori che NO, non puoi attaccare il microfono, quindi o ti compri una videocamera nuova che diverrà obsoleta nel giro di 3 anni, o parli con la faccia attaccata al telefono mentre disegni (?!?!). Inoltre non so abbassare il volume della musica nel video, e ciò è fastidioso.

Comunque c’è da dire che, grazie a Dario, ho imparato ad usare il programma di video editing senza farmi venire troppi mal di testa, e questa è una buona cosa 🙂

 

A presto!

 

Commenti

comments

Lascia una risposta