Blocco artistico e art journaling – 2 parte

con Nessun commento

PRIMA PARTE –> QUI

 

Uno dei motivi per cui ho un blocco artistico è che ho delle cose in sospeso (ne ho parlato nella parte 1).

 

L’altro motivo è il perfezionismo. Stavo prendendo la cosa troppo seriamente, era diventato troppo stressante per me.
Ho bisogno di rallentare e concentrarmi su ciò che davvero voglio fare. NON si può fare tutto, non è umanamente possibile.

 

COSE CHE VOGLIO FARE:

  • disegnare tavole, ma senza fretta e senza stress
  • art journaling
  • sketch
  • colorare coi copic
  • mixed media
  • scrap
  • leggere libri
  • curare il blog
  • dedicare più tempo alla mia famiglia.

 

COSE CHE NON VOGLIO FARE:

  • perdere tempo su facebook
  • perdere tempo su internet
  • fare tavole di fretta o sotto pressione
  • curare i disegni in modo maniacale.

 

Dopo il primo mese di blocco artistico ero molto preoccupata, ma ora mi sento meglio. Sono tranquilla, mi dedico ai miei hobby, faccio quello che mi sento di fare.

 

Poison Lips esiste su tavole, ma non solo. Dietro c’è un intero mondo e io ho deciso di dedicarci un art journal.

 

art journal manga mixed media moleskine

 

Io faccio art journaling dal 2009. Ogni tanto sul mio art journal faccio dei disegni su Poison Lips, ma sentivo l’esigenza di avere un art journal dedicato esclusivamente al mio fumetto.
Ho scelto una Moleskine delle dimensioni di un A4 circa e dopo un po’ di paura iniziale (il terrore del foglio bianco!) ho cominciato ad usarla.

 

art journal manga mixed media moleskine

 

Non sono tavole.
Non sono solo illustrazioni.
Non sono solo sketch.
Non sono solo parole.
E’ un art journal!

 

E’ una raccolta di pensieri, canzoni, disegni, esperimenti, prove colore, prove di materiali, collage, mixed media, descrizioni, curiosità, retroscena, dettagli, insomma, tutto ciò che nelle tavole non c’è, tutto il mondo dietro la storia di Poison Lips!

 

Invece che mettere le date alle pagine, ho deciso di suddividere le varie sezioni in base al mese in cui creo le pagine. Io ho questa mania di scrivere le date sui disegni per identificare il periodo in cui li ho fatti e per vedere i progressi, ma stavolta ho scelto un approccio un po’ meno rigido (tranne sulla prima pagina ma pazienza, sono abitudini dure da sradicare).

 

art journal manga mixed media moleskine

 

Io adoro provare nuovi materiali e nuove tecniche. In questo art journal posso registrare tutti i miei esperimenti! Qui ho usato il trattopen e la penna gel acquarellati su supporti di vario tipo.

 

art journal manga mixed media moleskine

 

Nelle pagine mostrate in foto ho illustrato e descritto tutti i taccuini/raccoglitori in cui sono conservati disegni, tavole, sceneggiature e appunti sul mio fumetto. Ho un posto diverso per ogni cosa, e questo metodo mi piace, è adatto a me.

 

art journal manga mixed media moleskine

 

Spesso noto che i testi delle mie canzoni preferite si adattano agli stati d’animo dei miei personaggi nelle varie situazioni in cui si vengono a trovare nel corso della storia, e mi piace fare dei disegni sul tema. Questa è la prima pagina della Moleskine (ho lasciato la primissima pagina vuota per metterci un indice quando l’avrò finita) con una canzone che non è tra le mie preferite però è molto bella.

 

Il disegno è quello che è, perché lo scopo di un art journal è accettare l’imperfezione e respingere il perfezionismo, perché è il perfezionismo a favorire il blocco artistico e a far sentire gli artisti sempre inadeguati nonostante tutto l’impegno che ci mettono.

 

Manga mixed media su moleskine

 

Qui ho usato acquerelli, panpastels, crete, inchiostri vari, timbri e stencil (dal vivo è meglio comunque).

 

Questa carta è pessima per gli acquerelli. Quando l’ho comprata sapevo che non era la mia amata Moleskine Sketchbook, sapevo che le pagine erano sottili come la carta per fotocopie, ma davvero, perfino la carta per fotocopie tiene meglio gli acquerelli!! Però non è un problema, posso dipingere un disegno ad acquerelli sulla carta apposita e poi incollarlo nella Moleskine. E comunque non è necessario avere una Moleskine per fare art journaling, io uso anche fogli sparsi rilegati alla fine, o vecchi libri.

 

Ecco, questo è il mio attuale progetto, che mi accompagnerà anche quando ricomincerò a disegnare tavole. Ho ancora delle cose in sospeso da finire, ma so che un giorno riuscirò a tornare a produrre tavole.

E se non sarà così, se non riuscirò più a disegnare tavole… continuerò questa storia in un altro modo, anche solo una sceneggiatura illustrata, una light novel, qualsiasi cosa, ma finirò questa storia.

 

Un’ultima cosa in merito al blog e a facebook:

Mi trovo meglio ad aggiornare il blog rispetto a facebook. Ho deciso di lasciar perdere quest’ultimo… Guardare facebook può togliere l’ispirazione e stressare ancora di più.  Non mi piace il fatto che ormai l’utente non frequenta più i blog per cercare aggiornamenti, perché gli basta aprire facebook e vedere tutte le novità nella sua bacheca. Il sistema dei “mi piace” poi è la cosa peggiore. Il numero dei mi piace non mi definisce come artista e non è indicativo della qualità del mio lavoro. Il numero dei mi piace dipende da quanto uno si sa vendere e da quanti soldi ha a disposizione per comprarseli.

 

Sono felice quando ricevo riscontri e pareri, e chiunque voglia contattarmi può farlo tramite la pagina CONTATTI, via mail, o comunque anche facebook, se ricevo messaggi mi arriva la notifica quindi rispondo! 🙂

 

Ciao!

 

TERZA PARTE –> QUI