Manga: inchiostrazione digitale

 

Giuro, non pensavo sarebbe mai successo…

Non pensavo sarebbe mai accaduto ad una malata di cancelleria come me, feticista della carta e amante dell’inchiostro…

Non pensavo che avrei potuto sopportare il fatto di non poter tenere tra le mani la tavola finita, con l’inchiostro che riflette la luce, le patacche di scolorina e la carta incisa dal pennino…

 

 

Se segui questo blog o la pagina facebook saprai già che ho deciso di imparare ad inchiostrare in digitale in occasione del restyling del mio manga Poison Lips.

Qui puoi leggere la trama del manga, e qui ci sono le schede dei personaggi.

Nell’ultimo post ho parlato del mio progetto di restyling del manga, comunque ho anche altri progetti che vorrei realizzare sempre inerenti a Poison Lips!

 

 

In uno dei miei vecchi video (che puoi trovare in fondo alla pagina Tutorial), nel ripulire una tavola scansionata avevo cancellato la faccia di Kain venuta male per re-inchiostrarla in digitale, e mi lamentavo del fatto che la penna andasse dove le pareva invece di fare ciò che volevo io.

Indizio: lo fa ancora XD ma sto imparando a domarla.

In passato ho sempre usato la tavoletta grafica solo per ripulire le tavole inchiostrate a mano e applicare i retini.

Per realizzare le nuove tavole ho invece deciso di inchiostrare totalmente in digitale per una questione di praticità e perché mi è venuta un’irrefrenabile voglia di provare.

 

Ma perché non ho iniziato prima?!!

 

Immagine pubblicata su facebook:

disegnare manga in digitale

 

Questo per dire che l’inchiostrazione digitale è la mia salvezza!

Ora ti spiego perché, ma prima devo premettere che faccio ancora fatica a disegnare direttamente in digitale. È diverso dal disegno tradizionale…

Imparerò, forse. Per ora preferisco continuare a fare le bozze su carta, mi viene più naturale.

Tutto questo ovviamente vale solo per me, per come lavoro io; non c’è un metodo universale quindi  ciò di cui parlo in questo post è la mia personale “visione” del tema.

 

 

Disegnare tavole manga:

 

IL MIO METODO DI LAVORO (TRADIZIONALE)

 

  • bozza a matita: linee di costruzione, ripasso aggiungendo (pochi) dettagli, pasticci vari (su carta leggera)
  • clean up con piano luminoso su carta per manga; correggo gli errori
  • inchiostrazione con pennelli e pennini, correggo altri errori
  • scolorina per correggere errori e sbavature
  • fudepen per colorare capelli e parti in nero
  • scansione tavola
  • pulizia e correzione errori con Clip Studio Paint
  • retinatura con Clip Studio Paint
  • prova di stampa
  • correzione errori con Clip Studio Paint

 

 

IL MIO METODO DI LAVORO (DIGITALE)

 

  • bozza a matita: linee di costruzione, ripasso aggiungendo (pochi) dettagli, pasticci vari
    (su un foglio normale. Potrei usare anche la carta a quadretti o quella riciclata)
  • scansione bozza
  • inchiostrazione con Clip Studio Paint (principalmente mapping pen), correggo errori
  • colorazione di capelli / parti in nero con Clip Studio Paint
  • retinatura con Clip Studio Paint
  • prova di stampa
  • correzione errori con Clip Studio Paint

 

Come avrai notato, con l’inchiostrazione digitale salto del tutto il passaggio per me più noioso e cioè il clean-up. Inchiostro direttamente la bozza.

Non faccio mai bozze curate perché ho pochissimo tempo libero: tutti i dettagli li faccio durante l’inchiostrazione.
Se una vignetta della bozza ha bisogno di essere spostata, ingrandita o rimpicciolita, la posso modificare a mio piacimento per poi inchiostrarla.

In questo senso si risparmia tempo; però la possibilità di ottenere un tratto dallo spessore iper sottile, che un pennino o un liner non può raggiungere, mi obbliga a curare tantissimo i dettagli, come i tratteggi negli occhi, o i visi negli omini visti da lontano, quindi porta via comunque tempo.

Ma è meglio perdere tempo a curare i dettagli, piuttosto che a fare il clean up delle bozze.

 

E alla fine si risparmia comunque tempo perché, appunto, si ottimizza il processo. Per me, che faccio bozze pasticciate e ho il difetto di calcare molto, eliminare il clean up è una manna dal cielo.

 

inchiostrazione digitale manga Clip Studio Paint

 

Ho tenuto per ultimo il fattore più importante, quello più ovvio: il grandissimo vantaggio di poter correggere le linee sbagliate in un lampo, senza problemi.

 

Ma andiamo con ordine…

 

Perché inchiostrare in digitale?

 

Il motivo per cui solitamente disegno poche tavole (o non ne disegno affatto) è la paura di sbagliare. Poi ci sono altri motivi, ma è la paura che mi blocca, principalmente. Paura di sbagliare, paura di dover rifare ciò che ho sbagliato e perdere tanto tempo

Per me è davvero un problema.

 

Fare le bozze mi piace. Il clean-up lo odio. E l’inchiostrazione la temo.

 

Quando ho paura di sbagliare, non traccio le linee con sicurezza e vengono tutte tremolanti. L’inchiostro non asciuga subito e mi scoccia aspettare (e poi va a finire che ci passo sopra la mano e si sbava), quindi inchiostro più tavole contemporaneamente: mentre una asciuga passo all’altra, poi ritorno alla prima.

 

Con l’inchiostrazione digitale non ho più paura. Faccio una tavola alla volta, e…

 

  • La linea esce male? No problem! CTRL+Z e la rifaccio.
  • Mi accorgo solo dopo aver inchiostrato di aver fatto un errore? Cancello quella parte con la gomma e la rifaccio.
  • Un occhio è più grande dell’altro? In un attimo con il CTRL+T lo riporto alle giuste dimensioni. Il tratto non si rovina perché è su livello vettoriale, e l’ho fatto su un livello separato dagli altri! Posso modificarlo senza intaccare quanto già inchiostrato.
  • Mentre inchiostro posso ruotare il foglio a specchio per controllare che sia simmetrico, e in caso correggere.
  • Quando inchiostro posso cambiare a mio piacimento lo strumento e la grandezza del tratto.
  • Quando disegno gli sfondi posso fare intersecare le linee tra loro e poi con la gomma Vector cancello solo le linee in eccedenza (utile anche con i capelli). Utilissimo per quando si disegnano le finestre, ad esempio!
  • Se devo fare una campitura di nero posso usare il secchiello e fare in un attimo (anche se io non chiudo mai le linee, perché non mi piace).

 

Foto pubblicata su Instagram:

inchiostrazione digitale manga

 

 

Per quanto riguarda gli sfondi non ho ancora imparato come si mettono le griglie e i punti di fuga, prima o poi lo capirò! Per questo  per il momento faccio le bozze a matita anche degli sfondi. Avendo sotto le linee della bozza già al loro posto, con lo strumento straight line inchiostrare gli sfondi è facile e veloce.

Con l’aggiornamento di Clip Studio Paint sono stati aggiunti i retini che prima non c’erano e io sono felicissima!!

Alcune cose le scopro per caso, come il tasto object nella barra degli strumenti, quello che si usa per modificare i retini… se lo clicchi quando sei su livello vettoriale permette di separare le linee e di modificarle come se fossero tracciati.

 

 

manga digitale

 

 

Per imparare tutto il resto dovrei guardare dei tutorial o cercare sul manuale, ma è risaputo che io non amo leggere le istruzioni in generale e non ho la pazienza di guardare un tutorial! Quando mi metto a guardare un video tutorial devo sorbirmi un sacco di chiacchere prima che si arrivi al punto, o magari la persona nel corso del video non spiega neanche ciò di cui ho bisogno e va a finire che ho perso 10/15 minuti della mia vita XD

Se voglio guardarmi un video chiacchereccio per avere un sottofondo mentre disegno ok, ho i miei youtuber di riferimento.

Nel rispondere a dei commenti sotto ai miei video (qui il mio canale YT), recentemente ho notato che pure i miei video sono noiosi. Ma c’è da dire che i miei video non sono veri e propri tutorial, per questo non li guarda nessuno! Sono video di chiacchere e roba che faccio. Per tenere compagnia. Il mio accento è simpaticissimo XD  E quando ci sono le parti musicali, scelgo sempre musica carina 🙂

 

 

Ho cambiato discorso, ma ora concludo.

 

Tutto ciò di cui ho parlato in questo post sono cose che chi usa il digitale conosce benissimo, ma per me è tutto relativamente nuovo!

Sono finalmente serena e felice di poter lavorare alle tavole in tutta tranquillità, senza il rischio di bloccarmi a causa della paura di sbagliare.

 

Adesso se mi blocco è per altri motivi XD cioè perché non sono soddisfatta al 100% dei disegni (MA QUANDO MAI?!) e perché sono davvero lentissima. Curo ogni singola vignetta come se fosse una piccola illustrazione, e continuo a modificare cose. In continuazione.

Voglio arrivare ad un risultato il più preciso possibile secondo le mie possibilità. Ovvio, non sarà MAI perfetto. Non si tratta solo di disegnare bei visini o di imbroccare l’anatomia, per quello ci arrivo… Per me è importante creare inquadrature e pose adatte a ciò che sto raccontando.

Sto dando veramente il massimo e spero che dalle tavole finite si veda tutto il mio impegno 🙂 e spero che si veda la differenza con le tavole di 4/5 anni fa!

 

 

Ammetto che preferirei fare le tavole in tradizionale, per una questione di orgoglio… ma mi consolo pensando che ho fatto tavole in tradizionale per 4 anni e mezzo, anzi 3 e mezzo (perché non posso contare il 2017). Quindi… comunque le so fare. E’ una cosa importante per me.

 

Ti saluto mostrandoti la tavola n. 2, che ovviamente andrò a correggere in alcuni punti XD Non mi convincono gli occhi e molto probabilmente il volume dei capelli è eccessivo… ?? Purtroppo non riesco a vedere gli errori subito, e in questo caso neanche dopo due mesi.

Prossimamente ti mostrerò altri WIP qui sul blog e sulla pagina facebook!

A presto!

 

Tavola n. 2 – Poison Lips (per info clicca qui)

Poison Lips - manga josei fantasy - tavola manga digitale

 

 

Inchiostrazione tavole: la scena del bacio

 

Finalmente sono riuscita a pubblicare su You Tube il video dell’inchiostrazione di una vignetta del capitolo 7! Infatti questo capitolo è stato realizzato l’anno scorso. E’ buffo se si pensa che la storia, a partire dal capitolo 2, accade nell’arco di 2/3 giorni ma io ci ho messo 2 anni a disegnare questi capitoli! Sì, veramente buffo (metterei qui faccina dell’Urlo di Munch se sapessi come si fa).

Chi ha acquistato l’albo cartaceo conosce già la scena del bacio, e sa già cosa succede dopo 😉

 

Shoujo Manga Italiano - Finalmente sono riuscita a pubblicare su You Tube il video dell'inchiostrazione di una vignetta del capitolo 7! Infatti questo capitolo è stato disegnato l'anno scorso.

 

Su Tapastic non siamo ancora arrivati a quel punto, e per il momento sono ferma con la pubblicazione per due motivi:

  1. la mancanza di tempo, chettelodicoaffà!
  2. ricevo più richieste per gli albi cartacei rispetto alla pubblicazione su internet

Il guadagno che ricavo dalla vendita degli albi è veramente minimo perché ho voluto mantenere un costo accessibile a tutti. Basti solo pensare alla percentuale della commissione di paypal…

In fiera e alle manifestazioni si vende un po’ di più e non c’è la scocciatura di paypal e delle spese di spedizione, ma purtroppo non posso parteciparvi per vari motivi (e ogni volta che c’è una buona occasione, succede qualche imprevisto).

Anche se è un lavoro piuttosto pesante fare tutto handmade per risparmiare sui costi, ho molta più soddisfazione quando preparo il cartaceo piuttosto che quando pubblico su internet.

Inoltre su Tapastic il traguardo dei 25 dollari è ancora un miraggio. Perfino con la versione in inglese, che è accessibile quindi a molte più persone in tutto il mondo (e infatti ho più iscritti), gli ad revenue sono pressoché inesistenti.

C’è anche un altro aspetto molto importante: la richiesta produce l’offerta! 😉

Gli iscritti alla mailing list avranno un bel vantaggio… ma non posso dire di più per non rovinare la sorpresa!

 

Tornando all’argomento di cui al titolo del post, ecco quindi l’ultimo video pubblicato.

Imposta la qualità su 720p HD, così si vedrà meglio!

 

 

Se tutto andrà secondo i piani, a partire dal 22 settembre pubblicherò un video a settimana sul mio canale You Tube! Intanto ho pensato di scrivere qui un riepilogo di tutti i video pubblicati finora 😉

 

I miei Sketchbook sfogliati

 

Sketchbook 1 – disegni dal 2013 al 2014

Sketchbook 2 – disegni del 2014

Sketchbook 3 – disegni dal 2014 al 2015

Sketchbook 4 – disegni del 2015

Sketch preferiti parte 1 (con sottotitoli in inglese)

Sketch preferiti parte 2 (con sottotitoli in inglese)

Sketchbook dell’inktober 2015

Sketchbook 5 – disegni del 2015 – in arrivo!

 

 

Speed drawing e Speed inking

 

Sketch colorato con acquerelli su Moleskine

Come disegno Nadia de Il Mistero della pietra azzurra

Inchiostrazione di una tavola del capitolo 7 con pennello, pennini e fude pen

Inchiostrazione di una tavola del capitolo 7 con pennello

 

 

Per ora è tutto, alla prossima!

Aggiornamenti e progetti – settembre 2016

 

Sono tornata!

Purtroppo le ferie sono già finite, sono durate troppo poco! O più probabilmente io avrei bisogno di giornate di 48 ore per poter fare tutto quello che vorrei/dovrei fare. Comunque lo sapevo che non sarei riuscita a fare tutto quello che mi ero prefissata, inoltre le priorità sono cambiate e ho fatto moltissime altre cose.

 

POISON LIPS CAPITOLO 8
e altri lavori

Fudepen per manga - Il capitolo 8 è quasi finito! Devo solo: finire di retinare 5 tavole, colorare la copertina, impaginare e stampare

 

Il capitolo 8 è quasi finito! Devo solo:

  • finire di retinare 5 tavole
  • colorare la copertina
  • impaginare e stampare

Non vedo l’ora che sia pronto!

Inoltre ho una commissione importante da terminare (un’illustrazione) e un’altra da fare (dei quaderni).

Le cose da fare non mancano mai!

Infatti – divago – quest’anno non penso proprio che riuscirò a partecipare all’inktober, perché vorrei iniziare e finire il capitolo 9 entro il 31 dicembre. L’anno scorso avevo partecipato, disegnando e inchiostrando ogni singolo giorno, e avevo realizzato uno sketchbook apposito (è stato molto apprezzato in fiera). Ma quest’anno è diverso, sono molto più indaffarata… Pertanto potrei sfruttare i giorni di inchiostrazione per postare qualche foto sotto la categoria inktober.

 

VIDEO

In ferie ho realizzato tantissimi video, così tanti che dovrò comprare un hard disk apposito per il back-up (pesano una tonnellata di GB) e probabilmente potrò pubblicarne uno a settimana fino a dicembre (tempi di montaggio permettendo, certo)!

Ho in programma:

  • il video dello sketchbook n. 5 sfogliato
  • il video dello sketchbook n. 5 con i miei commenti
  • il video dell’allegato super speciale al capitolo 8 (sarà una sorpresa)
  • il video della realizzazione della commissione
  • il video su come uso la fudepen per inchiostrare i capelli
  • un paio di video sull’argomento urban sketching
  • una serie di video lunghi e chiaccherecci che mostrano la realizzazione delle ultime tavole del capitolo 8 (bozze, inchiostrazione, retini…)

e probabilmente altri video che ora non ricordo, perché sono tanti!

 

VACANZE E URBAN SKETCHING

Escursione in Alto Adige

 

A proposito di urban sketching, io e Dario abbiamo deciso all’ultimo momento di andare altri quattro giorni in montagna, per questo i miei programmi della “to do list” sono slittati. In fondo, in ferie ci si deve anche riposare, no? E poi le liste di cose da fare le compilo solo perché mi piace farlo, mi piace sentirmi organizzata… poi quando arriva l’ora di fare qualcosa preferisco invece dormire, mangiare, giocare a Heroes of Might and Magic II e a The legendo of Zelda: The Wind Waker.

Comunque, oltre a fare passeggiate ed escursioni, abbiamo visitato il bellissimo Museo degli Usi e Costumi vicino a Brunico. Pensavamo di visitarlo in un paio d’ore e invece siamo stati dentro 4 ore, compreso il pranzo! Pranzo buonissimo, come sempre in quella zona. E’ un museo enorme e c’è una grande zona all’aperto con tutte le ricostruzioni di malghe, fienili, granai, ecc…  E’ stato molto ispirante anche per il mio lavoro di fumettista.

Oltre a fare passeggiate ed escursioni, abbiamo visitato il bellissimo Museo degli Usi e Costumi vicino a Brunico. Pensavamo di visitarlo in un paio d'ore e invece siamo stati dentro 4 ore, compreso il pranzo!

 

Ho portato con me i miei Pentel Colour Brush e il nuovo sketchbook, e sono riuscita a fare altri disegnetti. Più avanti scriverò un altro post a riguardo, e pubblicherò il video.

Eh, sì, la passione del momento sono i video. Chissà quanto durerà! XD

 

Urban sketching: Ho portato con me i miei Pentel Colour Brush e il nuovo sketchbook, e sono riuscita a fare altri disegnetti. Più avanti scriverò un altro post a riguardo, e pubblicherò il video.

 

AGGIORNAMENTO DEL WORKSHOP
Come usare i water brush

 

Gli iscritti alla mailing list hanno ricevuto oggi un follow-up del workshop gratuito “Come usare i water brush per colorare i tuoi disegni”. Pubblicherò l’aggiornamento nella pagina del workshop la prossima settimana.

Per accedere al workshop basta solo compilare il form qui sotto al post (in questo post tutte le info).

Ho realizzato un video promo del workshop per il mio canale You Tube, eccolo qui:

 

 

 

I video tutorial del workshop sono in tempo reale (solo alcune parti sono velocizzate) e non hanno audio, proprio perché sono video lunghi e dettagliati: non volevo rischiare di scegliere una musica non gradita a tutti. In questo modo puoi mettere come sottofondo la tua musica preferita.

 

Voglio assolutamente farti vedere questa illustrazione di HelerArt, realizzata con water brush e matite acquerellabili:

by HelerArt: HelerArt è una bravissima fumettista che ha seguito il workshop e ha realizzato questa meraviglia di fan art (sono i personaggi del manga Poison Lips: Cillian, Kathryn e Kain!).

HelerArt è una bravissima fumettista che ha seguito il workshop e ha realizzato questa meraviglia di fan art (sono i personaggi del mio fumetto: Cillian, Kathryn e Kain!). Puoi trovare i suoi lavori qui:

 

Se conosci già i water brush o se l’argomento non è di tuo interesse, puoi iscriverti alla mailing list per ricevere news in anteprima, buoni sconto per lo shop, omaggi e tante altre belle cose che ho in mente di fare 🙂

A presto!

Work in progress – tavole capitolo 8

 

Ebbene sì, l’ultimo post di aggiornamento in merito al capitolo 8 risale a gennaio di quest’anno. In questi mesi non ho avuto molto tempo per lavorare alle tavole del manga, solo ogni tanto riuscivo ad andare avanti un pezzettino. Troppo lavoro, troppi impegni, il solito… per quanto mi riguarda, disegnare tavole non è mai stato facile, quindi ogni volta che riesco ad andare avanti col fumetto devo festeggiare 😉

Quindi festeggiamo!

 

Sketch preparatori

Nel mio sketchbook ogni tanto realizzo degli sketch preparatori per le tavole.

In questo sketch ho provato la composizione per la splash page della veduta di Blackwater. Nel post di settimana scorsa, in fondo, si vede la tavola in oggetto.

Manga sketch: Nel mio sketchbook ogni tanto realizzo degli sketch preparatori per le tavole. In questo sketch ho provato la composizione per la splash page della veduta di Blackwater.

 

In questo sketch di febbraio (a sinistra) ho definito l’outfit di Kathryn e pochi giorni fa (disegno a destra) ho fatto le prove colore che mi serviranno per decidere le gradazioni di retini.

Manga sketchbook: In questo sketch di febbraio (a sinsitra) ho definito l'outfit di Kathryn e pochi giorni fa (disegno a destra) ho fatto le prove colore che mi serviranno per decidere le gradazioni di retini.

 

La sceneggiatura – aggiornamento

All’inizio avevo deciso che il capitolo 8 sarebbe stato un maxi episodio di 32/33 pagine. Con il passare dei mesi mi sono accorta che c’era qualcosa che non andava nella fluidità della storia e quindi ho fatto delle modifiche allo storyboard: ho aggiunto scene, ho aggiunto intere tavole, ho modificato un pezzo che non aveva molto senso… così le tavole sono diventate 40 e diventeranno due capitoli, l’8 e il 9, di 20 tavole ciascuno proprio come tutti gli altri capitoli già usciti (a parte il primo capitolo, tutti gli altri si mantengono intorno alle 20-25 tavole).

Il capitolo 8 sarà quindi la continuazione del capitolo 7 e un’introduzione al capitolo 9. Una scena molto importante, in cui verranno svelate delle informazioni in merito all’organizzazione ribelle, verrà collocata nel capitolo 9 e questo significa che ho più tempo per studiare!

 

Sceneggiatura manga - In buona sostanza, per descrivere i Red Fangs mi ispiro ad un'organizzazione militare esistente, e quindi tempo fa mi sono procurata dei libri per studiare e prendere qualche spunto.

 

In buona sostanza, per descrivere i Red Fangs mi ispiro ad un’organizzazione militare esistente, e quindi tempo fa mi sono procurata dei libri per studiare e prendere qualche spunto. Ok questo suona come un MEGA SPOILER!! Cercherò di non farmi sfuggire nessun particolare! Dunque, dicevo, dato che molte cose saranno svelate nel capitolo 9, io ho ancora un po’ di tempo per leggere e informarmi.

Non posso quindi considerare persi questi ultimi 8 mesi: per prima cosa non ho avuto il tempo e su questo c’è poco da fare XD e poi avrei creato un capitolo incompleto e con delle incongruenze narrative.

 

Ok, anche se è un altro spoiler DEVO raccontarlo!

Nella scena che ho modificato, inizialmente Cillian andava a chiamare Kathryn di notte, bussando al vetro della sua camera. Fin qui tutto bene, no? E’ sempre interessante quando una principessa riceve uomini nella sua camera XD Ma era il motivo per cui lui andava a chiamarla che non mi convinceva! Cillian non metterebbe mai in pericolo Kathryn; l’ha coinvolta nei Red Fangs solo per starle vicino e condividere il peso di questa faccenda con lei, ma non le lascia mai fare nulla di pericoloso. Perché invece stavolta dovrebbe farlo? Solo perché è intrigante la scena in cui lui si presenta alla sua finestra?

Pertanto ho eliminato la scena e l’ho sostituita con un’altra.

E comunque ci saranno moooolte altre occasioni in cui qualche bel ragazzo si presenterà alla finestra della nostra principessa 😉 le parti principali della trama sono tutte già scritte! Sono i dettagli che vengono rifiniti man mano, vengono aggiunte nuove idee e altre cose interessanti.

 

Le tavole

Bene, la trama è sistemata… parliamo di tavole.

Come sai, io divido le tavole in tranche per una sorta di inganno psicologico: se vedo meno tavole da inchiostrare mi spavento di meno! Più che inganno, parlerei di semplificazione e di strategia: ogni obiettivo va diviso in piccoli passi per essere raggiunto con più facilità e serenità, non è forse vero? 😉

Più tempo ho a disposizione, più riesco a migliorare e ridefinire i dettagli.

Ogni tranche è composta dai seguenti procedimenti:

  • bozze
  • clean-up
  • inchiostrazione
  • neri
  • scansione
  • correzioni, retini, lettering con Clip Studio Paint

 

Al momento sto lavorando sulla seconda tranche di tavole (saranno tre in tutto).

 

A parte una tavola che avevo già iniziato ad inchiostrare con i soliti pennelli Winsor & Newton, per il resto delle tavole della seconda tranche ho deciso di utilizzare il Pentel Pocket Brush e i pennini G-pen e maru-pen (cambio sempre metodo, ma in generale preferisco il tratto dei pennelli).

 

Venerdì mattina mi sono svegliata con l’obiettivo preciso di iniziare ad inchiostrare la seconda tranche. Ero carica, volevo documentare il momento facendo delle foto; ho aperto la finestra dello studio e…  temporale! Buio! Grigio!

Ho pensato: Cominciamo bene!

Ho dovuto fare le foto con la luce della lampada.

 

Inchiostrazione tavole: Venerdì mattina mi sono svegliata con l'obiettivo preciso di iniziare ad inchiostrare la seconda tranche di tavole. Ero carica, volevo documentare il momento facendo delle foto; ho aperto la finestra dello studio e...

 

Ho anche girato un piccolo video per instagram con la colonna sonora perfetta per disegnare fumetti (l’album Win us over degli ASG, che ho alternato a Party Crasher dei Wilhelm Scream). In realtà quando inchiostro sono molto più precisa di quanto si vede nel video… ma per esigenze di riprese dovevo fare in modo che la mia ombra non impedisse la visione di quanto stavo facendo (e poi vogliamo parlare del tic nervoso che NON sapevo di avere e di cui mi sono accorta solo da quando ho iniziato a fare video?!).

 

All’inizio, mentre inchiostravo, pensavo: Ma non finisce più, come potrò fare questa cosa per tutti gli episodi a venire?

Alla fine della giornata invece la pensavo diversamente, ero molto soddisfatta nonostante fossi solo a metà del lavoro.

Lo dimentico sempre… una volta iniziato, non si può fare altro che procedere. E’ dura. Ogni vignetta va trattata come una piccola illustrazione e deve essere perfetta (e se non lo è, verrà sistemata con Clip Studio Paint). E la soddisfazione alla fine ripaga della fatica.

Chi ben comincia… 😉

 

Lunedì ho proseguito con l’inchiostrazione.

 

Inchiostrazione tavole manga: una volta iniziato, non si può fare altro che procedere. E' dura. Ogni vignetta va trattata come una piccola illustrazione e deve essere perfetta (e se non lo è, verrà sistemata con Clip Studio Paint). E la soddisfazione alla fine ripaga della fatica.

 

Martedì ho finito di inchiostrare e ho colorato i neri con la fude pen.

Inchiostrazione manga con fudepen

 

 

Ieri ho scansionato le tavole e ho cominciato ad applicare i retini.

La seconda tranche è quasi finita! Settimana prossima mi dedicherò alle bozze della terza tranche, poi realizzerò la copertina.

 

La copertina

L’anno scorso avevo ideato una copertina molto interessante per il capitolo 8, ma ho deciso di non utilizzare quell’immagine. Per prima cosa non è uscita molto bene, e il character design era ancora quello vecchio (col passare del tempo sono migliorata). E poi, avendo diviso in due parti il capitolo, l’immagine sarebbe più comprensibile se fosse correlata al capitolo 9. Pertanto penserò più avanti a come utilizzare l’immagine, e per il capitolo 8 utilizzerò come base questo sketch di Kain.

 

Manga sketch: L'anno scorso avevo ideato una copertina molto interessante per il capitolo 8...

 

Sto anche preparando un contenuto extra per l’albo cartaceo del capitolo 8, sto seguendo gli esercizi proposti sul libro che ho appena comprato… non vedo l’ora che sia tutto pronto!

Torno al lavoro, noi ci sentiamo tra un paio di settimane! 😉

 

P.S. se vuoi recuperare gli albi già usciti, li trovi nello shop!

 

Character design e sceneggiatura! WIP capitolo 8

Avevo già pubblicato queste anticipazioni del capitolo 8 sulla pagina facebook 🙂

In questo momento sto lavorando alle tavole, ma prima di iniziare ho disegnato degli sketch per decidere il character design e l’abbigliamento dei personaggi.

Character design dei personaggi

All’inizio ci sarà questa scena con un gruppo di Black Dragons seduti ad un tavolo che giocano a carte. E qui mi è venuta un’idea… un dialogo alla Tarantino. Ovviamente non un dialogo geniale come i suoi XD insomma, non ci potrei mai arrivare! Intendo un dialogo volgarotto e apparentemente inutile ma che invece ha un senso.
Ho scritto la sceneggiatura aiutata dal mio fidanzato (un fan di Tarantino), ho fatto il name, poi ho pensato al character design di questi Black Dragons. E sono venuti fuori questi brutti ceffi!

Black Dragons Character design

Quello a colori no, era troppo figo per essere uno di loro (da qui il suo nome “Troppo figo”) e quindi è un membro dell’esercito regolare.
Del gruppetto di Black Dragons fanno parte: “Barbotto Cicciotto”, “Tizio vecchio”, “Tizio monosopracciglio”, “L’irlandese sciatto” e infine “Che spreco, signora mia”, perché è davvero uno spreco che un tizio così carino… ok stop, basta anticipazioni!

Outfit di Cillian

Questo sarà l’outfit di Cillian (fa molto Assassin’s Creed ma con meno dettagli ovviamente!). Ok lui mi è uscito male ma lo sketch mi servirà come reference durante la lavorazione del capitolo.

Cillian outfit capitolo 8

Kain invece sarà senza maglietta come al solito, a lui piace così XD

La sceneggiatura

Il capitolo 8 sarà un po’ più lungo degli altri, sulle 32-33 pagine, quindi so già che ci metterò un’eternità a disegnarlo.

Come sceneggiatura e storyboard sono abbastanza a posto, ho solo qualche dubbio su come far finire il capitolo, perché conclude la prima parte della storia quindi non avrà un cliffhanger come gli altri capitoli.

Nei giorni scorsi ho avuto modo di parlare con uno sceneggiatore, e mi è venuta voglia di studiare tutte quelle cose interessanti riguardo la scrittura creativa e la sceneggiatura! Non so dove troverò il tempo, ma è una cosa importante per un disegnatore che vuole trasporre le proprie storie in fumetti. Ovviamente prima di cominciare Poison Lips mi ero studiata un po’ di materiale sulla sceneggiatura, l’anno scorso ho letto un libro sulla sceneggiatura per fumetti, ma ora ho voglia di tirare fuori dei vecchi libri che ho in libreria (e di guardare su amazon per nuovi libri), leggerli, studiare e fare gli esercizi! (quanto durerà l’entusiasmo???)

Comunque è una sensazione meravigliosa quando scrivi un pezzo della storia e ti vengono in mente nuove idee… idee geniali che arricchiscono la trama e a volte portano in direzioni inaspettate… e poi ti vengono in mente mille modi diversi per proseguire, e devi scegliere il migliore seguendo l’istinto… e quello che hai scartato può diventare parte di una nuova storia o di un what if della stessa… fantastico.

Prima o poi riuscirò a disegnare tutto quello che ho in mente. Ci vorranno come minimo 20 anni, ma lo farò 🙂

Poison Lips: josei/fantasy manga - leggi online su Tapastic