La prima pagina del nuovo sketchbook

con 2 commenti

 

Come raccontavo nello scorso post, ho deciso di affiancare un nuovo sketchbook ai due già in corso perché avevo necessità di un quaderno con pagine di carta più spessa, ma che non fosse carta per acquerello perché è preziosa e non vorrei “sprecarla” per disegni colorati con matite o pennarelli.

Ho scelto questo sketchbook della Winsor & Newton:

 

Sketchbook Winsor & Newton

 

Non ricordo dove e quando l’ho comprato: comunque si può trovare qui su Amazon ad un ottimo prezzo.

 

Qualche giorno fa ho deciso di iniziarlo, finalmente!

 

La carta

 

Ora che l’ho testato con gli acquerelli, posso fare una recensione della carta. Appena riuscirò a provarlo con i copic o altri pennarelli farò un aggiornamento.

La carta è spessa e bianca, l’inchiostro dei liner non si vede sul retro del foglio; può essere usata tranquillamente con gli acquerelli: le sfumature non sono ottimali, non tiene molti strati, ma a parer mio è meglio della carta delle Moleskine sketchbook.

 

 

La prima pagina (anzi, “the first spread”)

 

La primissima pagina è decorata con il marchio Winsor & Newton, ottima cosa perché elimina parzialmente la paura della prima pagina, ossia il timore di rovinare lo sketchbook facendo un disegno brutto.

Ho cominciato dalla seconda pagina.

Era da tanto tempo che non disegnavo…

 

La prima pagina dello sketchbook

 

Un paio di giorni più tardi ho trovato il tempo di inchiostrare il disegno utilizzando un liner marrone ed uno nero:

 

Inchiostrazione manga sketchbook

 

Ecco, dopo l’inchiostrazione mi sembrava che il disegno fosse migliorato! Infatti stavolta non ho fatto il passaggio della gomma pane per cancellare le linee di costruzione + ridisegnare con la matita. Ho inchiostrato direttamente la prima bozza.

 

Nella pagina a fianco ho voluto fare un esperimento, un disegno a matita che avrei poi colorato con gli acquerelli.

In questo caso ho fatto il passaggio gomma pane + matita dopo la prima bozza, perché appunto avevo l’intenzione di lasciare la lineart a matita e vedere cosa sarebbe successo (per capire se avrei sparso grafite per tutto il foglio come al solito).

 

Disegno a matita su nuovo sketchbook

 

Dato che adoro quando ci sono tanti piccoli disegni sulla stessa pagina, sotto ho fatto un disegno a matita abbastanza a caso, just for fun!

Mi è venuto bene anche senza fare le solite linee di costruzione.

Forse l’inattività stavolta non ha fatto regredire le mie capacità… forse!!

 

sketch manga a matita

 

Il giorno successivo ho inchiostrato questo sketch con la penna a sfera rossa, perché mi piace molto l’effetto finale quando il disegno è colorato.

La penna a sfera non scorre benissimo su questa carta: ogni volta che si inceppava la provavo sulla carta di brutta che tengo sotto e funzionava alla perfezione, la riappoggiavo sulla carta dello sketchbook e andava a tratti.

 

sketch manga inchiostrato con la penna a sfera

 

Bene, a questo punto era giunto il tempo di colorare! Ho tirato fuori la mia tavolozza di acquerelli Schmincke per colorare tutti e tre i disegni in una volta sola (per ottimizzare i tempi).

 

Illustrazione manga colorata con acquerelli

 

Dalla foto si può notare che le sfumature sono abbastanza buone, ma ci sono pochi strati perché la carta non ne regge troppi e dopo un po’ inizia a sfaldarsi.

Ma va benissimo così! Infatti lo scopo di avere un terzo sketchbook sarebbe sperimentare tutti i media che mi piacciono, quando ne ho voglia, perché ho già uno sketchbook con carta per acquerello!!

 

Il disegno a matita colorato con gli acquerelli:

 

Kain - disegno a matita colorato con acquerelli

 

Non ho sparso grafite in giro =^.^=

E mi piace molto com’è venuto, sembra quasi tempera. L’effetto è più materico, forse proprio grazie ai residui di grafite che si sono mescolati al colore diluito in acqua.

 

Poi ho colorato il disegnetto della ragazza a caso, facendo alla fine dei ritocchi con le matite colorate:

 

Manga sketchbook: acquerelli

 

 

Ecco le prime due facciate nel loro insieme:

 

Manga sketchbook

 

Alla fine ho voluto aggiungere una scritta nell’angolo in basso a destra, il punto che mi è più difficile da disegnare perché la mano per forza di cose deve stare fuori dallo sketchbook e mi cozza contro lo spessore delle pagine (non so se si è capito cosa intendo).

Non potevo certo lasciare uno spazio bianco! Devo riempire tutta la superficie, io! XD

 

Sketchbook manga

 

 

Ebbene sì. Ho ripreso le tavole. Poco alla volta, con fatica e un po’ di timore, ma ho ripreso.

Questo anche grazie alle domande che ho ricevuto su Instagram: ho creato una di quelle nuove storie in cui si possono ricevere domande dal pubblico e si può rispondere, e alcune persone mi hanno chiesto informazioni sul mio manga Poison Lips.

Ciò mi ha fatto veramente piacere e mi ha dato quella spinta che mi serviva per andare avanti.

 

Dopo Giappone nel Chiostro non sono più andata avanti con le tavole perché sono stata impegnatissima con i lavori per beneficenza, con le commissioni, e c’è stato un lungo periodo in cui non stavo bene a livello artistico, un blocco temporaneo. Sapevo che sarebbe passato prima o poi, era un blocco dovuto alla stanchezza, al bisogno di trovare un equilibrio per la nuova situazione che si è venuta a creare quest’anno.

Ora che ho ripreso le tavole e che le ferie si avvicinano, conto di ridurre parecchio l’attività sui social proprio per dedicarmi al disegno… perché è impossibile riuscire a fare tutto: pubblicare materiale tutti i giorni sulle varie piattaforme, disegnare le tavole, creare oggetti per beneficenza, fare volontariato, andare a lavorare tutti i giorni, disegnare su commissione, gestire gli ordini online, uscire con le amiche, e stare con il proprio partner e i propri gatti…

Trovare un equilibrio è difficile, io VOGLIO fare tutto ed è per questo che ci rimango male se non riesco.

 

Lo sketchbook inoltre non deve essere un obbligo ma un piacere, uno svago, un modo per rilassarsi e sperimentare, per esprimere la propria creatività.

C’è stato un periodo in cui ogni singolo disegno che facevo nello sketchbook n. 8 era uno schifo assoluto. Non sembrava roba disegnata da me.

Speriamo di aver lasciato quel periodo alle spalle!!

 

A presto 😉

 

Commenti

comments

2 Responses

  1. Mrs.Homme
    | Rispondi

    Sono contenta che tu abbia ritrovato l’ispirazione e la voglia di fare! Non vedo l’ora di vedere i tuoi aggiornamenti ^_^
    Adoro come hai colorato le tue prime pagine <3

    • Ilaria Guinness
      Ilaria Guinness
      | Rispondi

      Ti ringrazio! <3 Manca pochissimo alle ferie e poi andrà ancora meglio ^_^

Lascia una risposta