Idee sketchbook: riutilizzare la miscela di acquerello avanzata

 

Oggi voglio mostrarti una bella idea per il tuo sketchbook.

Quante volte ti è capitato di avanzare della miscela di acquerello nella tavolozza, dopo aver finito di colorare un progetto? A me praticamente sempre.

Ecco qualche consiglio per utilizzarla subito e non sprecarla!

 

Un paio di settimane fa stavo lavorando ad una commissione ed al disegno per il Cinco de Mayo che hai visto sulla mia pagina facebook (ovviamente l’ho pubblicato con due giorni di ritardo…).

Per ottimizzare i tempi ho colorato entrambi i disegni sopra citati nello stesso momento, usando gli acquerelli.

Alla fine mi sono ritrovata con due disegni finiti, e ancora tanta miscela inutilizzata nella tavolozza…

 

sfondo acquerello

 

Di solito pulisco sempre la mia tavolozza dopo l’uso: la plastica o il metallo rimangono comunque macchiati, ma voglio evitare di “contaminare” la miscela successiva con i rimasugli di colore.

Si potrebbe lasciare asciugare la miscela per riutilizzarla la volta successiva, ma

  • mi dà fastidio lasciarla così
  • sono sicura che la volta successiva non mi servirà quello stesso colore

 

Insomma, mi era avanzata tanta miscela e mi scocciava buttarla…

 

Quindi, appena il disegno si è asciugato, ho girato pagina dello sketchbook e ho fatto un disegno velocissimo a matita, uno studio del viso a metà tra il profilo e i 3/4  (non è semplicissimo, ma ho notato che mi è venuto  “benino” per essere una cosa fatta al volo).

Subito dopo ho colorato lo sfondo con la miscela rimasta, cercando di ottenere un effetto astratto e variegato. Come il gelato (?!)

 

sketch manga acquerello

 

disegno manga acquerello

 

(Il giorno dopo ho completato lo sketch con dei piccoli schizzi di inchiostro bianco.)

 

Il mio sketchbook è il Visual Journal della Strathmore, ed  è composto da fogli di carta per acquerello  100% cotone. L’ho acquistato tempo fa su Amazon (qui).

Se ti può interessare esiste una versione migliore di questo sketchbook ed è realizzata da me! La trovi qui.

 

Torniamo alla nostra miscela avanzata…

Ho utilizzato il resto per colorare, sempre in modo astratto,  giocando col colore, la pagina di sketchbook adiacente.

 

acquerello sfondo

 

 

L’intenzione qui era creare direttamente uno sfondo, per poi inchiostrare con liner sottile +  Pentel Sign pen Touch, una penna stile fude pen con la punta in fibra.

La foto successiva vira sul blu a causa della luce, infatti ho scattato la foto dopo qualche giorno dalla precedente… ma in realtà lo sfondo e il disegno sono nero/grigio!

 

disegno manga acquerello

 

La Pentel Sign Pen Touch è acquerellabile: i capelli sono stati infatti colorati sfumando semplicemente il tratto con il water brush.

 

pentel sign pen touch manga

 

Volendo si può anche dipingere con acrilici o tempere, in modo da coprire parzialmente lo sfondo.

 

Il bello di questi sketch è proprio la loro imperfezione, il loro essere “studi” ed esercizi che possono essere ripresi e migliorati, ma già così hanno stile!

 

sketchbook manga acquerelli

 

Un altro utilizzo dei rimasugli di acquerello (o acrilici) è un’idea un po’ vecchiotta ma facilissima: tenere un piccolo art Journal solo per questo scopo. Quando il colore si asciuga, si ottiene uno sfondo molto particolare e unico su cui scrivere frasi, citazioni o i propri pensieri.

 

Spero di averti dato un’idea utile per non sprecare le tue miscele e per abbellire il tuo sketchbook!

 

Trovi tante altre idee e suggerimenti utili nell’ebook che ho scritto proprio all’argomento. Puoi acquistarlo qui.

 

A presto!

 

 

Le novità di marzo 2018

 

Uno degli obiettivi del 2018 era aggiornare più spesso il blog… ci provo  XD

Gli ultimi due mesi sono stati piuttosto impegnativi, ma io come al solito sopravvaluto la mia velocità nel fare le cose!

Ricapitoliamo cos’è successo…

 

 

Nuovo video tutorial

 

E’ uscito da pochissimo un nuovo video tutorial nella pagina del workshop (a cui puoi iscriverti gratis qui).

Si tratta di un video rapido in cui spiego il mio metodo di colorazione gli acquerelli e quali materiali uso, tutto in soli 15 minuti!

 

Video tutorial: Come colorare i disegni manga

 

Ho già ricevuto alcuni feedback molto positivi in merito a questo video e sono contenta di aver soddisfatto le richieste ^_^

Spesso ricevo messaggi in cui mi viene chiesto che acquerelli uso, o che carta uso, o come faccio a fare certi effetti… il nuovo video risponde a tutte queste domande!

 

Mi piacerebbe anche tornare a fare video per il mio canale You Tube, ma purtroppo al momento non ho proprio tempo. E ora vedrai perché…

 

 

Giappone nel Chiostro

 

Per il terzo anno consecutivo parteciperò come standista alla manifestazione Giappone nel Chiostro (Brescia, 7-8 aprile 2018). Qui il link dell’evento su facebook, qui un vecchio post in cui parlavo della manifestazione in qualità di visitatrice 🙂

Partecipare ad una fiera richiede preparazione, sia per quanto riguarda i prodotti da vendere, sia per l’allestimento del banco… sto preparando tantissime cose belle e novità, e ciò ha richiesto molto più tempo del previsto (sempre per il mio solito problema di sottostimare il tempo che mi serve a fare qualsiasi cosa).

 

Mentre ero alle prese con i preparativi, sono riuscita a finire due commissioni che avevo in corso, un disegno per un contest a cui avevo dato la mia adesione e un disegno per una mia lettrice <3

 

Colorazione disegno manga con acquerelli

 

Qui sopra puoi vedere la foto del work in progress, il disegno però l’ho già ultimato ed è tutto luccicante!

 

Purtroppo non ce l’ho fatta ad ultimare una commissione importante, un disegno di grandi dimensioni per una carissima ragazza che mi ha già chiesto illustrazioni in passato. Questo mi rende triste, perché mi spiace fare aspettare le persone… ma voglio che il disegno sia perfetto, e voglio dedicargli tutta la mia attenzione.

E’ per questo che non ho un listino prezzi commissioni pubblico, e non pubblicizzo il fatto che faccio disegni su commissione… perché i miei tempi sono lunghi, purtroppo, a causa del lavoro e di tutti gli impegni.

 

Ad oggi ho quasi ultimato i preparativi per Giappone nel Chiostro, questo weekend dovrei finire le ultime cose… con una settimana di anticipo! Così potrò dedicarmi alla commissione e alle tavole del mio manga.

 

Ci saranno tante belle cose, tante novità, prodotti nuovi realizzati con amore… e anche alcuni prodotti il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza, a titolo personale, all’associazione presso cui faccio volontariato… e questo è un altro dei motivi per cui non ho più tempo in generale, ma va bene così perché si tratta di una causa molto importante: più importante dei disegni, più importante che aggiornare facebook e instagram e decisamente più importante del fatto di preoccuparsi di non ricevere abbastanza like sui social.

 

Per questo devo ringraziare tantissimo la mia cara amica Elena, che ha realizzato dei disegni strepitosi proprio per questo tipo di prodotti! Non vedo l’ora di farteli vedere ^_^

 

ilaria guinness art

 

Non vedo l’ora che arrivi sabato 7 per allestire il banchetto ed esporre tutti i prodotti a cui ho lavorato così duramente e con tanta passione, e soprattutto non vedo l’ora di rivedere gli amici che verranno a trovarmi!

Speriamo che non piova… comunque la manifestazione si terrà anche in caso di pioggia.

 

Dai, ti svelo alcune delle novità, oltre ai prodotti per beneficenza (che metterò sul sito verso metà aprile, comunque ti farò sapere sicuramente)…

Ci saranno come sempre le cartoline fan art, e ci saranno soggetti nuovi, tra cui Card Captor Sakura: un disegno inchiostrato e colorato in digitale. Intanto posso farti vedere il disegno originale inchiostrato con la penna gel rosa:

 

card captor Sakura fan art by Ilaria Guinness

 

Per la posa ho usato una reference trovata su Pinterest, cambiando ovviamente certi dettagli come le braccia e le mani, per adattarli al personaggio.

 

Per l’insegna utilizzerò il cartellone creato dalla mia amica Elena l’anno scorso, più la stampa A3 del disegno di una ragazza in costume tradizionale giapponese, tutto colorato con gli acquerelli. Qui ti mostro il WIP:

 

Costume tradizionale giapponese

 

Anche questo è tutto luccicante! L’originale sarà in vendita al banchetto 🙂

A proposito di questo disegno e del disegno di Kat: sto usando un nuovo water brush della Sakura, a punta fine, e mi trovo molto bene! E’ più piccolo rispetto ai water brush Pentel che uso di solito, però è tanto grazioso e comodo da portare in viaggio! Come i Pentel ha l’apertura grande quindi posso riempirlo comodamente con la mia solita bottiglina.

 

 

Tavole di Poison Lips

 

Ogni tanto sulla mia pagina facebook riesco a pubblicare i WIP della lavorazione tavole del mio manga Poison Lips.

Mi sto impegnando davvero tantissimo per disegnare questo fumetto! Qui sotto puoi vedere il particolare di una vignetta con alberi ed erbetta. Taaanta erbetta. Cioè, disegno ogni singolo filo d’erba e ogni singola fogliolina anche se in stampa non si vedrà niente perché la vignetta è piccola.

 

wip tavole sfondo manga

 

So che ripeto sempre che non ho mai tempo per fare niente XD e anche in questo caso è così, sono ferma con le tavole da un po’ di tempo… non per un blocco artistico per fortuna, ma proprio per tutti i motivi elencati sopra (la fiera, le commissioni, il volontariato, il lavoro, ecc…). Comunque presto riprenderò.

 

Anche perché…

L’altro giorno stavo cipollando su facebook e nello scorrere mi sono imbattuta nelle scan di un manga josei, di cui era pubblicato il primo capitolo. L’ho letto velocemente, saltando molte parti, perché non avevo tempo (che strano!!!!!!) per leggere un altro manga e poi perché non avevo voglia di andare a cercarmi il resto dei capitoli, sempre che siano stati pubblicati. Ho fin troppi manga cartacei da leggere!

Comunque, per farla breve, ho letto questo manga josei storico e tenevo per il cattivo. Volevo che si mettesse seriamente insieme alla protagonista. Poi è arrivato l’eroe buono e la mia voglia di leggere è calata paurosamente XD

 

Però mi sono resa conto che mi mancava, e mi manca, disegnare le tavole. Mi manca il fatto di andare avanti con la mia storia. E mi è venuta voglia di fare altre modifiche allo storyboard!

Voglio che si capisca bene che Kain è il cattivo. Forse sono stata troppo buona con lui in passato, ma non merita di essere dipinto come uno che si atteggia da duro. Lui è davvero un duro, privo di empatia, fin troppo sicuro di sé e arrogante. E violento.

Forse questa pausa forzata dalle tavole mi sta servendo per capire che la storia via modificata e migliorata ulteriormente. Mi piace che lo storyboard non sia definitivo fino alla fine: riserverà tante belle sorprese anche per me!

Non vedo l’ora di andare avanti con questa storia 

 

 

Saldi nello shop

 

Infine volevo segnalarti che i saldi nello shop stanno per terminare!

Se ti interessa qualche prodotto presente questo è il momento per approfittare degli sconti! ^_^ altrimenti puoi attendere dopo metà aprile, quando aggiornerò lo shop e inserirò i nuovi prodotti a prezzo pieno.

 

Clicca qui per accedere allo shop

 

 

Fan art manga nello shop!

 

Qui sopra puoi vedere una delle spedizioni in partenza ^_^

 

La cosa bella di avere uno shop indipendente (e fare autoproduzione) è che si possono gestire le spedizioni in maniera autonoma: faccio sempre dei pacchettini curati, inserisco gadget o disegni, aggiungo omaggini… tutto questo per sorprendere e rendere felice la persona che riceverà il suo acquisto.

Chi ha già acquistato dal mio sito lo sa 

L’ho sempre fatto e continuerò così!

http://www.theknightspoisonlips.com/shop/

 

P.S. Il ricavato delle vendite verrà utilizzato per finanziare la stampa del volume 1 di Poison Lips.

 

 

 

Tutorial: colorare manga con gli acquerelli

 

Ciao!

Qualche tempo fa ho realizzato un tutorial per il blog di Pentel Italia, per mostrare il mio metodo di colorazione dei disegni con gli acquerelli.

Se sei iscritta/o alla mailing list hai ricevuto l’accesso alla pagina dei video tutorial, quindi sai già come faccio 😉

 

Come per ogni tutorial che realizzo, che sia sotto forma di video o di testo con foto, si tratta sempre del MIO metodo, che ho imparato dopo tanta pratica e tanti esercizi.

All’inizio non sapevo colorare con gli acquerelli, ma possedevo una conoscenza del mixed media dovuta ad anni di pratica ed esperimenti. Questo mi ha dato una marcia in più, devo ammettere. Ho imparato ad usare gli acquerelli grazie ai libri e soprattutto grazie al costante esercizio (come per ogni cosa, no?).

E’ per questo che faccio tutorial, per trasmettere ciò che imparo durante il percorso! E non si finisce mai di imparare e migliorarsi 🙂

 

In questo tutorial vedremo come colorare in maniera semplice ma d’effetto un’illustrazione manga utilizzando gli acquerelli in tubetto e l’indispensabile aquash, il famoso pennello con serbatoio d’acqua incorporato. Puoi leggere la recensione degli acquerelli Pentel in questo post.

 

In questo tutorial vedremo come colorare in maniera semplice ma d’effetto un’illustrazione manga utilizzando gli acquerelli in tubetto e l’indispensabile water brush aquash, il famoso pennello con serbatoio d’acqua incorporato.

Puoi leggere la recensione degli acquerelli Pentel in questo post.

Io ho usato gli acquerelli in tubetto, ma li ho “modificati” in modo da avere una tavolozza simile a quelle a cui sono abituata, con tanti piccoli godet (nel workshop ho mostrato le mie tavolozze di varie marche e ho spiegato le caratteristiche).

 

 

Il soggetto dell’illustrazione è una fatina in stile manga e la colorazione è molto soft, con poche ombre e pochi contrasti, proprio per contribuire a creare questo tipo di atmosfera.

 

 

Tutorial acquerelli

 

 

Il disegno dev’essere realizzato su carta per acquerello.

La lineart può essere lasciata a matita oppure, come in questo caso, può essere inchiostrata: per questo passo è importante utilizzare penne o liner con inchiostro resistente all’acqua.

 

 

Tutorial

 

Solitamente inizio sempre colorando la pelle dei miei personaggi. La confezione da 24 tubetti comprende il colore pale orange, ossia un fantastico color pelle già pronto che ci toglie l’incombenza di dover creare una miscela apposita mischiando ocra e magenta. E’ un color pelle tendente al rosato, perfetto per la mia fatina.

Con l’aquash a punta fine prelevo un po’ di pale orange  e lo stendo bene nella tavolozza, in modo da creare abbastanza miscela e soprattutto dosare la giusta quantità d’acqua per renderlo trasparente.

 

Tutorial acquerelli

 

Inizio a colorare le zone d’ombra su un lato del viso.

 

Tutorial acquerelli manga

 

 

 

Ora pulisco l’aquash con un tovagliolo, e con la punta pulita sfumo il colore verso l’interno. La punta è sempre umida grazie alla presenza di acqua del serbatoio, per cui con questo strumento si può applicare il colore e sfumare con rapidità.

 

Tutorial acquerelli manga

 

 

Ripeto la stessa operazione per l’altro lato del viso e per tutto il resto del corpo dove la pelle è scoperta.

 

Tutorial acquerelli manga

 

 

Per scurire le ombre aggiungo un po’ di yellow ochre al pale orange precedentemente utilizzato.

 

Tutorial acquerelli manga

 

 

 

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DI PENTEL ITALIA

CLICCA QUI

 

 

Non dimenticare di passare dal mio shop per vedere i prodotti dedicati ai disegnatori ed artisti appassionati di acquerello!

 

Se ti interessa acquistare gli acquerelli e il water brush che ho mostrato nel tutorial, puoi utilizzare questi link affiliati (grazie in anticipo!)

SET ACQUERELLI PENTEL

WATER BRUSH PENTEL

SET WATER BRUSH PENTEL

 

 

 

Recensione acquerelli Pentel in tubetto

 

recensione acquerelli pentel

 

 

La prima cosa che si può notare di questo set di acquerelli è che sono in tubetto e non in cialde come gli acquerelli che utilizzo di solito.

Quando li ho visti sul sito Pentel mi sono subito incuriosita e volevo assolutamente provarli, e il fatto che fossero in tubetto ha contribuito ad accrescere la mia curiosità! Ho degli acquerelli in tubetto da qualche parte in casa ma non li ho mai usati, e poi sinceramente quando vedo dei prodotti che non conosco sento un forte desiderio di provarli 😉

 

 

Descrizione

 

Questa è la descrizione riportata sui retro della confezione e sul sito internet:

 

  • 24 colori vibranti in tubetti da 5 ml
  • pigmenti di alta qualità
  • asciugatura uniforme, non sbiadisce
  • il pratico tubetto permette di utilizzare fino all’ultima goccia di prodotto
  • una volta che il colore si asciuga nella tavolozza, si riattiva aggiungendo acqua
  • acid free e certificato da ACMI*

 

*associazione internazionale The Art and Creative Materials Institute; la certificazione identifica i materiali artistici sicuri e non tossici

 

 

I colori

 

pentel watercolors review

 

I colori sono 24 e più precisamente:

  • bianco
  • giallo di Napoli
  • giallo cromo
  • giallo
  • giallo limone
  • verde limone
  • verde smeraldo
  • verde intenso
  • viridian (un verde tendente al blu)
  • azzurro cielo
  • blu di cobalto
  • blu di Prussia
  • ultramarine (un blu/viola freddo)
  • viola caldo
  • rosso viola (un Magenta scuro)
  • rosso
  • vermiglione
  • marrone (simile a Terra di Siena bruciata)
  • arancio
  • arancio chiaro (color pelle)
  • bruno Van Dyck
  • ocra gialla
  • grigio
  • nero

 

La scelta dei colori è di mio gradimento, solo avrei preferito un verde oliva al posto del verde giallo, e il mio amato grigio di Payne al posto del nero.

 

 

Il tubetto e il prodotto

 

Una volta aperto uno dei tubetti ho notato che non c’era il sigillo di alluminio che si fora con una parte del tappo, il quale invece è presente nei miei vecchi acquerelli in tubetto di un’altra marca. Però quelli sono tutti secchi nonostante io non li abbia mai aperti (lo sento al tatto)!

Per questo immagino che i Pentel siano stati formulati in modo che il prodotto  rimanga morbido all’interno e non si secchi (grazie al tipo di legante; infatti l’acquerello è prodotto con un pigmento al quale si aggiunge un legante molto diluibile con l’acqua come il miele, lo zucchero, la glicerina, la gomma arabica, ecc…).

.

Acquerelli Pentel in tubetto: Una volta aperto uno dei tubetti ho notato che non c'era il sigillo di alluminio che si fora con una parte del tappo, il quale invece è presente nei miei vecchi acquerelli in tubetto di un'altra marca. Però quelli sono tutti secchi nonostante io non li abbia mai aperti (lo sento al tatto)! Per questo immagino che i Pentel siano stati formulati in modo che il prodotto  rimanga morbido all'interno e non si secchi (grazie al tipo di legante; infatti l’acquerello è prodotto con un pigmento al quale si aggiunge un legante molto diluibile con l'acqua come il miele, lo zucchero, la glicerina, la gomma arabica, ecc...).

 

 

Per fare il primo swatch dei colori ho spremuto un pochino di prodotto da ogni tubetto in una  tavolozza a scomparti, e ho fatto un errore: nella maggior parte dei casi ho messo poca acqua, negli altri troppa, e così mi sono ritrovata con alcuni swatch chiarissimi e altri troppo densi! Questo proprio perché non sono abituata ad usare acquerelli in tubetto.

II secondo swatch è andato meglio ma ho usato la carta liscia del mio sketchbook personale, pertanto i colori risultano più chiari e spenti (per colpa della carta).

A sinistra: il secondo swatch – a destra: il primo swatch

 

swatch acquerelli pentel

 

I colori in tubetto, da spremere direttamente nella tavolozza, sono perfetti per quando si dipinge su grandi formati o si deve colorare un’area estesa, come uno sfondo.

I miei disegni però sono tutti di piccolo formato, A5 o A6, raramente su A4. Ho deciso di acquistare in colorificio una tavolozza vuota di plastica per spremere i colori negli scomparti, lasciarli seccare e utilizzarli poi come normali godet.

La Tavolozza che ho trovato ha solo 19 scomparti, contro i 24 acquerelli del set, per cui ho riflettuto bene sui colori da scegliere.

Ho “sacrificato” il bianco, un giallo, due verdi e l’arancio.

 

Acquerelli Pentel - In questo modo riesco a dosare meglio la quantità di acqua per diluire i colori, e non corro il rischio di sprecare il prodotto quando devo colorare aree piccole (cioè la maggior parte delle volte). Quando devo colorare aree grandi come gli sfondi faccio sempre in tempo ad usare direttamente i tubetti spremendo un po' di prodotto nelle aree della Tavolozza adibite alla miscelazione.

 

 

Ho spremuto i tubetti in modo che il colore riempisse all’incirca la metà di ogni scomparto, più o meno la quantità di un mezzo godet, perché avevo paura di finire tutto il tubetto… ma non è così! 5 ml sono molto più di quello che pensavo. Avrei dovuto riempire tutto lo scompartino XD

Poi ho lasciato seccare i colori per un giorno e mezzo , ed ecco pronta la mia tavolozza!

 

In questo modo riesco a dosare meglio la quantità di acqua per diluire i colori, e non corro il rischio di sprecare il prodotto quando devo colorare aree piccole (cioè la maggior parte delle volte).

Quando devo colorare aree grandi come gli sfondi faccio sempre in tempo ad usare direttamente i tubetti spremendo un po’ di prodotto nelle aree della Tavolozza adibite alla miscelazione.

 

recensione acquerelli - I colori in tubetto, da spremere direttamente nella tavolozza, sono perfetti per quando si dipinge su grandi formati o si deve colorare un'area estesa, come uno sfondo. I miei disegni però sono tutti di piccolo formato, A5 o A6, raramente su A4. Ho deciso di acquistare in colorificio una tavolozza vuota di plastica per spremere i colori negli scomparti, lasciarli seccare e utilizzarli poi come normali godet. La Tavolozza che ho trovato ha solo 19 Scomparti, contro i 24 acquerelli del set, per cui ho riflettuto bene sui colori da scegliere. Ho "sacrificato" il bianco, un giallo, due verdi e l'arancio.

 

 

 

La resa

 

I colori sono belli, vividi, si stendono uniformemente senza fare macchie, si diluiscono bene e si sfumano con facilità. Quando creo una miscela i colori non si separano.

Li trovo veramente ottimi e poi ADORO il color pelle! E’ davvero utile, così non devo tutte le volte crearlo io, con il rischio di non riuscire più a ricreare la stessa identica tonalità se mi finisce la miscela nel bel mezzo del lavoro.

 

Recensione acquerelli Pentel - I colori sono belli, vividi, si stendono uniformemente senza fare macchie, si diluiscono bene e si sfumano con facilità. Quando creo una miscela i colori non si separano. Li trovo veramente ottimi e poi ADORO il color pelle! E' davvero utile, così non devo tutte le volte crearlo io, con il rischio di non riuscire più a ricreare la stessa identica tonalità se mi finisce la miscela nel bel mezzo del lavoro.

 

Nella foto qui sotto:
in alto a sinistra – la stesura del color pelle prelevato dal tubetto – va regolata la quantità d’acqua
in basso a destra – la stesura del color pelle prelevato dallo scomparto della tavolozza – è più facile regolare la quantità d’acqua

 

Acquerello color pelle

 

Il “color pelle” infatti è opaco, e bisogna diluirlo in modo corretto.

 

 

 

Verdetto!

 

Nel complesso mi piacciono moltissimo e ultimamente sto usando sempre questi per colorare. Basta appoggiare il water brush sul colore nella tavolozza ed è subito bello intenso.

Adoro il fatto che, grazie a questi acquerelli, le stesure risultino uniformi.

Il prezzo è molto conveniente, se si pensa che sono ben 24 colori e ci sono in commercio set di altre marche che costano poco meno o poco più, e non hanno la stessa qualità. Non è obbligatorio comprare la tavolozza vuota, i più creativi troveranno sicuramente un modo per risparmiare su questo (ad esempio se in casa hanno scatolette con scomparti o cose simili). Chi lavora su fogli grandi non ne sentirà l’esigenza.

 

Qui il link amazon per acquistare il set di acquerelli.

 

 

Esempi

 

Ecco alcuni dei disegni che ho colorato con gli acquerelli in tubetto Pentel (già pubblicati su facebook e instagram)

 

Kathryn Miller Poison Lips - protagonista femminile manga model sheet

 

Manga watercolors

 

Pentel Watercolors

 

Victor Yurii on Ice fan art

 

 

 

Presto pubblicherò un tutorial sull’utilizzo di questi acquerelli (infatti ne avevo parlato in questo post).

 

 

Rimane sempre attiva la pagina dei video tutorial gratuiti di colorazione ad acquerello con i water brush! Se ti interessano i video tutorial, puoi iscriverti alla newsletter qui. Basta inserire nome e indirizzo email, e riceverai la password per accedere al workshop.

Se sei già iscritto o ti iscriverai, tieni d’occhio la mail! La prossima settimana inizieranno i saldi nello shop e riceverai un buono sconto speciale 😉

 

Alla prossima!

 

 

Recensione acquerelli Kuretake Gansai Tambi

 

Tempo fa ho acquistato un set di acquerelli Kuretake (Gansai Tambi), mi sono lasciata tentare dal prezzo abbordabile e dalla quantità di colori.

 

Ecco la recensione del set di acquerelli Kuretake Gansai Tambi da 36. Si tratta di acquerelli giapponesi, sono 36 cialde posizionate in una scatola di cartone molto elegante. I colori sono opachi e molto pigmentati; le cialde sono enormi e sono sostituibili, bisogna però capire dove si possono acquistare singolarmente quando finiscono!

 

Si tratta di acquerelli giapponesi, sono 36 cialde in una scatola di cartone molto elegante. I colori sono opachi e molto pigmentati; le cialde sono enormi e sono sostituibili, bisogna però capire dove si possono acquistare singolarmente quando finiscono!

Ho acquistato questo set di acquerelli ad aprile su Amazon. All’epoca l’ho pagato 34 o 35 euro ed era col Prime. Ora su Amazon lo vendono qui  oppure qui . E’ da tenere d’occhio che il prezzo è ballerino…

 

Kuretake Gansai Tambi -Si tratta di acquerelli giapponesi, sono 36 cialde posizionate in una scatola di cartone molto elegante. I colori sono opachi e molto pigmentati; le cialde sono enormi e sono sostituibili

 

Kuretake gansai tambi - Si tratta di acquerelli giapponesi, sono 36 cialde in una scatola di cartone molto elegante. I colori sono opachi e molto pigmentati; le cialde sono enormi e sono sostituibili

 

 

Caratteristiche:

 

Possiamo vedere che i panetti sono grandi e lucidi, e quando si preleva il colore direttamente questo risulta opaco e molto intenso. Sembra quasi un mix tra tempera e acquerello: opaco ma trasparente, non pastoso.

Quando si miscelano nella tavolozza, invece, il colore è più soft e trasparente.

La grande dimensione dei panetti permette di utilizzarli con pennelli più grossi, ad esempio per fare gli sfondi.

 

 

Confezione:

 

La scatola non ha una tavolozza integrata, per cui li utilizzo con una piccola tavolozza che avevo già a casa.

Il retro del coperchio ha una chart stampata per poter fare gli swatch dei colori. Io ho preferito fare gli swatch sul mio sketchbook, lo uso per qualsiasi cosa! Poi ovviamente, se per questo scopo si usa il coperchio, si ha la chart sempre a disposizione.

E’ un passaggio indispensabile perché non si riescono a distinguere tutti i colori solo guardando il panetto. Inoltre, una volta su carta, molti colori risultano diversi da quello che sembra a prima vista.

 

 

Colori:

 

In questo set ci sono troppi gialli e troppi verdi.

Purtroppo ci sono solo due marroni, corrispondenti al terra di siena bruciata e al terra d’ombra bruciata. Avrei gradito almeno altri due marroni!

Non mi piace che ci sia il colore nero ma non ci sia il grigio di Payne.

Ci sono tre viola, e questo mi piace, ma la cosa che preferisco sono i colori metallici: argento, oro e bronzo.

 

 

Ho realizzato un video tutorial su come utilizzare i colori metallici, oltre a tanti video tutorial su acquerelli e matite acquerellabili. Se ti interessa puoi iscriverti qui (è gratis, basta solo inserire nome e indirizzo email!).

 

 

Acquerelli Kuretake Gansai tambi - Possiamo vedere che i panetti sono grandi e lucidi, e quando si preleva il colore direttamente questo risulta opaco e molto intenso. Sembra quasi un mix tra tempera e acquerello: opaco ma trasparente, non pastoso. Quando si miscelano nella tavolozza, invece, il colore è più soft e trasparente. La grande dimensione dei panetti permette di utilizzarli con pennelli più grossi, ad esempio per fare gli sfondi.

 

 

Impressioni:

 

Trovo che siano acquerelli di qualità e mi piacciono molto! Quando asciugano non lasciano il bordino più scuro come invece fanno altri acquerelli di scarsa qualità.

Probabilmente il set da 36 è un po’ troppo, soprattutto per tutti quei gialli e verdi, ma un’altra artista mi ha confermato che nei set più piccoli non sono presenti i colori metallici.

 

 

Illustrazione colorata con gli acquerelli Kuretake

 

Avrai notato che quello nella foto è Guybrush Threepwood!

Prima ho realizzato lo sketch a matita:

 

guybrush threepwood Monkey Island

 

L’ho ricalcato su carta per acquerello utilizzando il piano luminoso, e l’ho inchiostrato con la fude pen grigia (vedi il post dedicato).

La fude pen grigia è resistente all’acqua, per cui ho potuto colorare il disegno con gli acquerelli senza alcun problema. Qui puoi leggere la recensione di questa e delle altre fude pen per scoprire quali sono waterproof e quali no.

 

Kuretake Gansai Tambi - recensione: Possiamo vedere che i panetti sono grandi e lucidi, e quando si preleva il colore direttamente questo risulta opaco e molto intenso. Sembra quasi un mix tra tempera e acquerello: opaco ma trasparente, non pastoso. Quando si miscelano nella tavolozza, invece, il colore è più soft e trasparente. La grande dimensione dei panetti permette di utilizzarli con pennelli più grossi, ad esempio per fare gli sfondi.

 

Ho girato un video per mostrare questi acquerelli e far vedere bene i colori. C’è anche uno speed painting!

Eccolo qui:

 

 

Ecco un altro esempio: uno sketch colorato con gli acquerelli Kuretake ma con uno stile più soft.

 

Kuretake Gansai Tambi - Ecco un altro esempio: uno sketch colorato con gli acquerelli Kuretake ma con uno stile più soft. Ho spiegato il procedimento e le motivazioni per cui ho realizzato questo disegno nel mio ebook "Sketchbook: il miglior amico dell'artista", in vendita su questo sito per soli 5 euro!

 

Ho spiegato il procedimento e le motivazioni per cui ho realizzato questo disegno nel mio ebook “Sketchbook: il miglior amico dell’artista”, in vendita su questo sito per soli 5 euro! Lo trovi qui.

 

 

Il personaggio che vedi raffigurato nell’illustrazione qui sopra è Kathryn, protagonista del mio manga Poison Lips. Puoi vedere la sua scheda personaggio qui, e leggere la trama del fumetto qui.

 

 

Poison Lips shop

 

 

 

Bene, mi sembra di aver detto tutto… se hai domande sul prodotto non esitare a chiedere, puoi scrivermi qui o qui 😉

 

 

P.S. i link amazon sono link affiliati

P.S.2: utilizzo sempre i water brush per colorare con gli acquerelli! Per vedere i video tutorial inserisci nome e indirizzo email nel form qui sotto: sono gratis e sempre in aggiornamento!